“è pericoloso fidarsi di un uomo che ha fame”

Uno scambio di un anello, un passaggio di consegne, è questa la prima scena dell’ultimo lavoro di Inarritu. E’ la storia di Uxbal, uomo sostanzialmente solo, abbandonato dal mondo, a cui rimangono due figli da crescere, una ex moglie tossica e mentalmente più instabile di lui e pochi mesi di vita. Uxbal ha un tumore. Il regista spagnolo abbandona le sue celebri acrobazie nel montaggio per concentrarsi sulla coscienza di un uomo che cerca di trovare la redenzione (morale non religiosa) risistemando una vita fatta di sfruttamento di immigrati e corruzione. Ne deriva una narrazione lineare, che lascia spazio a grandi silenzi, a dialoghi sottovoce, che fa parlare l’anima del protagonista senza necessariamente utilizzare la voce.

Sempre sopra le righe Javier Bardem, vero punto riferimento di questa pellicola e giustamente candidato all’Oscar come attore protagonista. Un film certamente impegnativo, cupo in tutto il suo svolgimento, tuttavia capace di far vivere sulla pelle dello spettatore la lenta ed inesorabile regressione di un uomo fino al suo “passaggio di consegne”. Un prodotto non adatto a tutti, evidentemente impegnativo ma assolutamente da provare, ne rimarrete segnati indelebilmente.


Biutiful è un film Atmosferico, Contemplativo, Emozionante, Malinconico, Psicologico, Sconfortante, Sincero che parla di , , , , , , , , , , , .

In base a questi elementi della trama, eccoti una lista di film che potrebbero somigliargli: