#Toccante

Green Card – Matrimonio di Convenienza

Green Card è un film da vedere, girato nel 1990 da Peter Weir. Principali attori della pellicola: Gérard Depardieu, Andie MacDowell, Bebe Neuwirth, Robert Prosky, Ann Wedgeworth.

GENERE:
Commedia, Sentimentale
DURATA:
103 minuti
VOTA ANCHE TU!
TerribileInsufficienteCosì CosìBelloDa vedere! 3,75
Vota anche tu!

“B. – Sai, prima non ce l’avevo un’opinione su di te, ora invece ce l’ho! – Giuro he ti odio! G. – Bene, finalmente un sentimento!”

George Faure (Gèrard Depardieu) è un francese trasferitosi in America in cerca di fortuna, ma ha bisogno della green card per ottenere la residenza e avviare il suo lavoro. Bronte Parrish (Andie McDowell) è una donna americana col pollice verde e il sogno di vivere in un appartamento dotato di una folta serra, ma quel tipo di appartamento è affittato solo a coppie sposate. I due si incontrano e progettano di sposarsi per convenienza, così nonostante abbiano vite diverse, i due vivono nella stessa casa fingendo di essere un vero nucleo familiare dinanzi agli ispettori dell’ Immigrazione.

Sono tanti i momenti in cui devono dimostrarsi  intraprendenti per sfuggire a brutti equivoci che intacchino la loro vita casalinga e quella privata. Dopo mille peripezie i loro desideri passano in secondo piano e scoprono di essere innamorati. Il regista Peter Weir, dopo il grande successo di “Attimo Fuggente”, torna a realizzare commedie romantiche con “Green Card – Matrimonio di Convenienza”. Il film conta un Golden Globe per il miglior film e una nomination all’Oscar per la migliore sceneggiatura originale. È una commedia sentimentale a tratti banale ma con un Gèrard Depardieu brillante e a tratti divertente.

 

Green Card – Matrimonio di Convenienza è un film Classico Moderno, Sentimentale, Toccante, Umoristico che parla di , , , , , , , , , , , , . Clicca sulle parole chiave per trovare film della stessa categoria!

In base a questi elementi della trama, eccoti una lista di film che potrebbero somigliargli:

Questa recensione è stata scritta da Antonella Vurro