#RisatedAutore

Prendi i Soldi e Scappa

Take the Money and Run è un film da vedere, girato nel 1969 da Woody Allen. Principali attori della pellicola: Woody Allen, Janet Margolin, Marcel Hillaire, Lonny Chapman, Jan Merlin.

GENERE:
Commedia, Comico
DURATA:
85 minuti
VOTA ANCHE TU!
TerribileInsufficienteCosì CosìBelloDa vedere! 4,20
Vota anche tu!

“Poi mi chiese se ero mai stato innamorato. Ecco, dunque, una volta io credetti di esserlo. Mi fischiavano le orecchie, il cuore mi batteva, ero tutto rosso: avevo la varicella.”

C’è un ebreo di nome Woody Allen che gira film da tantissimo tempo. Uno dei suoi primi è questo, uscito oramai nel lontano 1969. E’ una di quelle pellicole che prima ti conquista, poi ti fa innamorare e alla fine vorresti sposarla… ma non si può. Il film, girato come falso documentario, racconta la vita di Virgil Starkwell, ladro “di polli” che tenta in qualsiasi modo di fare il grande colpo, non riuscendovi mai però. Allen, sceneggiatore e regista, interpreta anche le veci del protagonista, affiancato dalla bella Janet Margolin, sua fidanzata sul set.

Non è un caso che quest’opera sia girata nello stile mockumentary: lo stesso Allen dichiarò all’uscita del film che secondo lui un falso documentario è il mezzo ideale per esprimere comicità. La sua sfida era quella di scatenare una risata dopo l’altra e, grazie a gag comiche religiose, dialoghi alquanto improbabili e l’ottima sceneggiatura, questo obiettivo viene raggiunto e addirittura superato. Nonostante tutte le successive opere siano decisamente più avanti, realizzate con una marcia in più, questa ha comunque un sapore particolare e rimane sicuramente nella “top 3″ dei suoi film.

Prendi i Soldi e Scappa è un film Acclamato dalla Critica, Anticonformista, Classico, Indipendente, Intelligente, Spiritoso, Umoristico che parla di , , , , , , , , , . Clicca sulle parole chiave per trovare film della stessa categoria!

In base a questi elementi della trama, eccoti una lista di film che potrebbero somigliargli:

Questa recensione è stata scritta da Alessandro Adinolfi