Ederlezi Rising

Ederlezi Rising - Lazar Bodroza, 2018


Voto medio: 3,25

Film consigliato

DURATA: 85 minuti
GENERE: Drammatico, Fantascienza, Romantico
CAST: Stoya, Sebastian Cavazza, Marusa Majer, Kirsty Besterman.

“Questa missione sarà differente dalla nostra procedura standard: hai bisogno di un’assistente, una compagna dell’altro sesso.”

Il primo film serbo ambientato nello spazio con in prestito una co-protagonista che arriva direttamente dal cinema pornografico. Nel 2148, in un mondo dove il socialismo russo ha prevaricato, la Ederlezi Corporation intraprende una missione spaziale verso Alpha Centauri. L’incarico viene affidato al cosmonauta serbo Milutin (Sebastian Cavazza). Ad accompagnarlo in questo lungo viaggio ci sarà anche l’androide Nimani (Stoya), robot dalle fattezze di una bellissima donna plasmata secondo il profilo psicologico del pilota, programmata per assisterlo (sotto ogni punto di vista) durante la missione. La relazione che si crea tra i due protagonisti al principio si rivela quasi interamente sessuale, la cui semplicità però non basterà più a Milotin, che cercherà in tutti i modi di rendere l’androide più umana nei comportamenti, ribaltando completamente il rapporto tra i due.

In questo film Bodroza va oltre la definizione del rapporto uomo-macchina, focalizzando l’attenzione sul concetto assoluto di relazione e su quello della creazione, con il potere e la responsabilità che ne conseguono. In questo senso il regista riesce a trascendere il genere Sci-Fi e a trasformarlo quasi in un Science-Religion. Il regista gioca inoltre con gli stereotipi machisti, costruendo un personaggio apparentemente duro ma che in realtà nasconde una grande fragilità. Ma quale uomo non si dimostrerebbe debole di fronte alla bellezza e alla sensualità della figura di Stoya, che dimostra di saper reggere il personaggio anche al di fuori del suo genere, facendo del linguaggio fisico il suo punto di forza.

Se ti è piaciuto questo film, potrebbero interessarti anche...

0 commenti

Invia un commento