L’Alba dei Morti Viventi

Dawn of the Dead - Zack Snyder, 2004


Voto medio: 3,89

Film consigliato

da

DURATA: 104 minuti
GENERE: Horror
CAST: Sarah Polley, Ving Rames, Jake Weber, Mekhi Phifer.

“Quando non ci sarà più posto all’inferno… i morti cammineranno sulla terra.”

Uno zombie-movie coi fiocchi. Se in molti film del genere dobbiamo aspettare mezza proiezione per incontrare il primo non-morto, dopo decine di minuti che spiegano le varie mutazioni degli eventuali virus o affini, nel capolavoro di Zack Snyder (remake del film Zombi di George Romero) incontriamo già dalle scene iniziali un’orda incredibile di cadaveri assetati di sangue. Il titolo non si smentisce, e già dall’alba siamo completamente immersi in un mondo catastrofico come da classica pellicola sui morti viventi.

Vedersi accanire contro figlia e marito affamati di carne non dev’essere facile, eppure la prima protagonista che incontriamo, un’infermiera, riesce a resistere a patemi sentimentali e fuggire dalla propria famiglia diventata cannibale. Col passare dei minuti incontriamo tutti quelli che saranno i protagonisti: un poliziotto irascibile, una coppia in attesa, un commesso carismatico e tanti altri. Rifugiati nel mega centro commerciale del paese (tenetelo a mente in caso possa succedere a voi), inizieranno una lotta numericamente impari per la sopravvivenza. Ma la differenza la farà ciò che gli zombie non hanno e che fa venire loro l’acquolina in bocca: il cervello! Le situazioni ricreate sono ipoteticamente molto verosimili anche grazie a scontri e litigi tra i compagni di disavventura, dei veri e propri anti-eroi con le caratteristiche variopinte del genere umano “normale”. Vi immedesimerete nella nervosità della pellicola, sentirete la tensione e l’ansia come se tutto ciò fosse reale… dal primo minuto all’ultimo! A proposito: non spegnete il televisore o il computer quando credete sia tutto finito!!! Dopo il maestoso finale ad effetto, c’è un finale-bis nei titoli di coda!!!

Se ti è piaciuto questo film, potrebbero interessarti anche...

0 commenti

Invia un commento